Licata Citta di Mare

Posta sulla costa meridionale siciliana, è uno dei centri turistici più importanti dell’isola per via del fascino che le spiagge e le acque marine suscitano nel visitatore.

Lungo i circa 20 chilometri del litorale si alternano incantevoli insenature sabbiose a tratti di coste rocciose, ideali per immersioni subacquee ed esplorazioni dei fondali. Antico porto commerciale per lo zolfo, Licata ha saputo riconvertire la sua antica via di accesso, offendo ai moderni flussi turistici un incantevole porto turistico.

La festa di Sant’Angelo.

Celebra il santo martirizzato nel 1225. Sebbene i festeggiamenti in suo onore ricorrono in diversi momenti dell’anno, la festa principale è quella che va dal 3 al 5 maggio. Il primo giorno lo scampanio di ben 29 chiese segna l’inizio delle funzioni religiose; il secondo giorno, al mattino, dalla chiesa di sant’Angelo escono i “ceri”: quattro torri lignee alte 5 metri che simboleggiano l’omaggio dei vari mestieri al santo. Nel pomeriggio alcuni giovani pescatori si cimentano nel “palio a mare “. Il 5 maggio l’urna contenente le reliquie del santo, seguita dai ceri, esce dalla chiesa e viene portata in processione attraverso le vie cittadine prima dai “massari” e poi dai marinai, svolgendo quattro corse fra le piazze e le chiese cittadine, mentre la banda intona una fanfara e la folla inneggia al grido “Viva Sant’Angelo!”.